Statuto, Termini e Condizioni

Allegato “A” alla raccolta n. 14902
STATUTO SOCIALE
TITOLO I – DENOMINAZIONE- SEDE – SCOPO-DURATA

E’ costituita la libera Associazione culturale denominata:
​”Associazione Operazione Arcevia”

​​con sede in Arcevia, Fraz. Palazzo snc; con delibera dell’organo amministrativo potranno essere istituite filiali, succursali, uffici o recapiti, sia in Italia che all’estero.

​L’Associazione è apolitica e non persegue fini di lucro.

​Essa intende affiliarsi ad organizzazioni nazionali aventi oggetto analogo.

​Scopi dell’Associazione sono:

– promuovere l’arte, in ogni sua forma, la cultura, la letteratura, il cinema, la musica, attivita’ olisitche mediante l’organizzazione di esposizioni permanenti, manifestazioni culturali, promozione di artisti, corsi e seminari aventi ad oggetto l’arte in ogni sua forma e la sua diffusione, il tutto con particolare riferimento al progetto Operazione Arcevia- Comunita’ Esistenziale presentato alla Biennale di Venezia nel Settembre 1976 e promosso dal Signor Italo Bartoletti.

– promuovere la conoscenza di nuovi artisti italiani e stranieri attraverso il sostegno della loro opera e del loro lavoro e la organizzazione di mostre ed eventi che rendano possibile il loro contatto con appassionati ed esperti d’arte;

– organizzare eventi, premi, concorsi, manifestazioni, incontri e serate con lo scopo di promuovere l’arte, così come anzi definita; promuovere ed organizzare corsi didattici volti alla diffusione dell’apprendimento in tali campi;

​- effettuare produzioni ed edizioni mediatiche, su qualsiasi supporto, finalizzate alla diffusione culturale oggetto della Associazione; a tal fine l’Associazione potrà essere editrice di volumi, libri ed anche testate periodiche nonche’ edizioni cinematografiche e televisive;

– divulgare il principio ispiratore dell’Associazione a terzi;

​- sostenere altre Associazioni con fini analoghi o istituzioni che perseguano fini in campo culturale ritenuti meritevoli.

L’Associazione non svolgerà attività lucrative, se non nei limiti e nella misura in cui queste possano sostenere e coadiuvare le attività associative, nel rispetto di ogni normativa vigente, in particolare svolgendo attività economiche nei confronti degli associati.
​Occasionalmente potrà porre in essere operazioni commerciali, il cui fine sia sempre quello enunciato nel presente statuto.
​L’Associazione ha durata illimitata.

Possono essere Associati dell’Associazione, tutti i cittadini italiani e stranieri, non interdetti e di maggiore eta’ e le persone giuridiche in genere.

​​L’ammissione è subordinata alla richiesta degli interessati ed al pagamento della quota annuale, nonché alla accettazione da parte del Presidente o, alternativamente, del Consiglio di Presidenza in sua vece.

Le quote associative sono intrasmissibili.

​Gli associati sono:

– ASSOCIATI FONDATORI, vale a dire coloro che hanno partecipato alla fondazione dell’Associazione e che ne hanno costituito il primo nucleo organizzativo;

– ASSOCIATI ORDINARI, vale a dire coloro che aderiranno all’Associazione in data successiva alla sua costituzione;

– ASSOCIATI SOSTENITORI e BENEMERITI (o altre categorie successivamente individuate dal Consiglio di Presidenza o dal Presidente), vale a dire Soci che, in ragione della loro più attiva partecipazione alle attività dell’Associazione e/o in ragione di un più consistente contributo economico, assurgono a tale status;

– ASSOCIATI ONORARI, vale a dire coloro che per particolari meriti – tipicamente artistici – vengono riconosciuti degni di tale titolo dal Consiglio di Presidenza o dal Presidente; essi hanno tutti i requisiti dei Soci ordinari.

La qualità di Socio si perde per una delle seguenti ragioni:
– decesso;
– scioglimento della persona giuridica;
– dimissioni, da comunicarsi a mezzo lettera raccomandata almeno trenta giorni prima del termine dell’esercizio Sociale annuale, fissato il 31 dicembre d’ogni anno;
– mancato pagamento della quota annuale entro il 31 di marzo di ogni anno (ove prevista);
– indegnità per atti e/o comportamenti contrari allo scopo Sociale, secondo quanto sancito dal Presidente o dal Consiglio di Presidenza.


Tutti gli Associati, ad eccezione di quelli Fondatori ed Onorari, sono tenuti al versamento della quota annuale d’iscrizione, da versare in un’unica soluzione anticipata entro il 31 di marzo d’ogni anno, nell’ammontare fissato annualmente dal Presidente o dal Consiglio di Presidenza.


Sono organi dell’Associazione: l’Assemblea, il Consiglio di Presidenza (se nominato), il Presidente.

Gli associati Fondatori, Ordinari, Sostenitori e Benemeriti e quelli Onorari sono convocati in assemblea dal Presidente o dal Consiglio di Presidenza almeno una volta l’anno, di norma entro il 30 di giugno d’ogni anno.

La convocazione avviene esclusivamente mediante comunicazione ufficiale affissa, almeno 15 giorni prima, presso la sede dell’Associazione e/o sul proprio sito web.

Le comunicazioni di cui sopra debbono contenere l’ordine del giorno, la data e il luogo della stessa, nonché di una eventuale seconda convocazione.

​L’assemblea deve essere altresì convocata, se ne fanno richiesta circostanziata almeno un decimo degli Associati o almeno due degli Associati Fondatori.

L’assemblea delibera in merito al bilancio consuntivo ed eventualmente preventivo, sugli indirizzi e direttive generali dell’Associazione, sulla nomina del Presidente e, eventualmente, dei componenti del Consiglio di Presidenza, sulle modifiche dello statuto nonché su tutto quanto altro a lei demandato per legge e/o per statuto.


Hanno diritto a partecipare all’assemblea tutti gli associati in regola con il pagamento della quota Sociale annua e gli Associati  Fondatori ed Onorari.Non è ammessa la delega.

I lavori dell’assemblea sono diretti da un presidente coadiuvato da un segretario, appositamente nominati dall’assemblea stessa e vanno formalizzati in apposito verbale.I verbali vengono conservati presso la sede dell’Associazione.

​Le assemblee sono validamente costituite e deliberano con le maggioranze previste dall’art. 21 C.C.; per la modifica del presente statuto è necessaria la presenza di almeno un terzo degli Associati regolarmente iscritti ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

Il Consiglio di Presidenza è eletto facoltativamente dall’assemblea degli Associati ed è composto da tre a sette membri scelti tra gli AssociatiI componenti del Consiglio di Presidenza durano in carica per un triennio e possono essere riconfermati.

Nella prima seduta, a maggioranza assoluta dei componenti, il Consiglio di Presidenza elegge il Presidente.Il Consiglio è convocato dal Presidente mediante lettera raccomandata, o fax, o mail, almeno 5 (cinque) giorni prima dell’adunanza e contenente l’ordine del giorno.

Esso dovrà essere inoltre convocato quando almeno due dei Consiglieri ne facciano richiesta con precisa indicazione degli argomenti da trattare.Il Consiglio di Presidenza è validamente costituito con la presenza di almeno tre componenti.In assenza del Presidente le riunioni del Consiglio saranno presiedute dal consigliere più anziano in età.

Le  deliberazioni sono prese a maggioranza degli intervenuti; in caso di parità prevale il voto di chi presiede. Il Consiglio deve riunirsi almeno una volta all’anno per la formazione del rendiconto annuale da sottoporre all’approvazione dell’assemblea e per la formazione dell’eventuale preventivo per l’anno successivo.

Il Consiglio di Presidenza sovrintende alla direzione dell’Associazione, ne cura l’amministrazione e provvede al suo regolare andamento esercitando tutti i poteri d’ordinaria e straordinaria amministrazione.

Nell’ambito del Consiglio di Presidenza, al Presidente sono attribuiti tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione e la legale rappresentanza della Associazione, mentre il Consiglio stesso potrà delegare poteri ad altri suoi membri.

​Qualora l’Assemblea non provveda alla nomina di un Consiglio di Presidenza, nominerà un Presidente al quale viene attribuita la legale rappresentanza della Associazione ed ogni potere di ordinaria e straordinaria amministrazione. Egli potrà quindi compiere ogni operazione in nome dell’Associazione ed eventualmente provvedere a delegare terzi, quali coadiutori, per il compimento di atti o categorie di atti, mantenendone la responsabilità.

​Il Presidente, se così nominato dall’Assemblea, dura in carica cinque anni.

Il Presidente o il Consiglio di Presidenza potranno di volta in volta nominare un Comitato Artistico con specifiche funzioni consultive composto di quanti membri ritenuti necessari, scelti tra gli Associati, per coadiuvare l’organizzazione di attività o manifestazioni.

La dotazione economica dell’Associazione è composta da:

– le quote annuali degli Associati;

– eventuali contributi straordinari;

– utili derivanti da iniziative dell’Associazione e/o partecipazione a manifestazioni e/o attività inerenti lo scopo Sociale;

– contributi di pubbliche amministrazioni, enti e privati;

– sovvenzioni, donazioni, lasciti.

​L’esercizio finanziario chiude al 31 dicembre di ogni anno. Entro novanta giorni dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto dall’organo amministrativo (il consiglio di presidenza o il presidente) il rendiconto economico e finanziario da sottoporre all’approvazione dell’assemblea. Durante la vita dell’associazione non potranno essere distribuiti,  neppure in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonchè fondi di riserve o capitale, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge. L’associazione ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

Dovranno essere conservati a cura dei rispettivi organi responsabili e presso la sede
​a) i verbali delle assemblee degli associati;
b) i verbali delle riunioni del Consiglio di Presidenza;
c) l’elenco degli associati;
d) le scritture contabili dell’associazione, nella forma piu’ idonea alla sua dimensione

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’assemblea con il voto favorevole di almeno 3/4 degli Associati, la quale provvede alla nomina di uno o più liquidatori e delibera in ordine alla devoluzione del patrimonio, il quale dovrà essere devoluto a finalità attinenti allo scopo associativo o a fini di pubblica utilita’.
​Eventuali controversie sociali o tra i Soci e l’Associazione e i suoi organi saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di un probiviro da nominarsi su richiesta della parte più diligente da parte dell’Ordine degli Avvocati e Procuratori di Milano; questi giudicherà in via di equità senza vincoli di procedura e il suo giudizio sarà inappellabile.
​Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa riferimento alle norme di legge ed ai principi generali dell’ordinamento giuridico italiano.